Una sana dieta per la diverticolite

Che cosa sono i diverticoli?

I diverticoli sono delle piccole escrescenze che si sviluppano sulla parete del colon, che è la parte finale dell’intestino. Nella maggior parte dei casi il paziente con diverticoli non presenta alcun sintomo, ma a volte può succedere che si manifestino dolore, bruciore, stitichezza o gonfiore. È importante allora seguire una dieta per prevenire e combattere la diverticolite.

Cos’è la diverticolite e qual è la causa?

Quando nell’intestino è in atto un’infiammazione, la patologia è definita diverticolite. La causa principale di questa infiammazione è l’aumento della pressione interna dell’intestino, dovuta a una dieta povera di fibre e alla conseguente formazione nel tempo di materia fecale compatta. La presenza di questa massa ostacola la contrazione dell’intestino (peristalsi) e facilita quella dei muscoli all’esterno dell’organo. È importante allora che tu segua una sana dieta per la diverticolite.

La corretta alimentazione contro la diverticolite

La dieta per la diverticolite deve essere principalmente liquida o semiliquida e, quando è in atto l’infiammazione, con alimenti a basso contenuto di fibre come:

  • pasta, riso o semolino in brodo, conditi con olio crudo;
  • carne (tritata o omogeneizzata);
  • pesce (anch’esso tritato);
  • uova.

In seguito puoi aumentare la consistenza dei cibi aggiungendo pane bianco secco, grissini, fette biscottate, prosciutto crudo e bresaola. Anche in presenza di infiammazione ai diverticoli sono permessi frutti come la banana e la mela. Tra le verdure puoi mangiare zucchine, carote e patate (le verdure vanno lessate). Anche i centrifugati possono far parte della dieta. Puoi anche assumere latticini a basso contenuto di lattosio come yogurt e grana.

Cosa non mangiare in presenza di diverticolite

Nella dieta per combattere la diverticolite dovresti evitare:

  • cioccolato;
  • cibi fritti e piccanti;
  • bevande alcoliche e gassate;
  • cibi cucinati con grassi aggiunti (soprattutto di origine animale).

Dopo la fase acuta è bene eliminare per un breve periodo gli alimenti ad alto contenuto di lattosio tra i quali il latte e i formaggi freschi. È importante che eviti la frutta e la verdura da cui non è possibile togliere i semini.

Per maggiori informazioni sulla dieta per la diverticolite e quali cibi evitare durante la fase acuta, contatta il centro specializzato nella tua zona.

Dieta per prevenire la diverticolite

Per prevenire la diverticolite, quindi fuori dalla fase infiammatoria acuta, è raccomandabile seguire un’alimentazione con la giusta quantità di fibre (circa 35 gr/die) che garantiscono la naturale motilità intestinale. Quello che spesso non è chiaro a chi soffre di diverticolite è che sebbene questa patologia possa essere causata da una dieta povera di fibre, non è generalmente consigliabile assumerne a dismisura durante la fase infiammatoria. Altri regole importanti nella prevenzione e che, questa volta, possono ritenersi valide anche nella fase infiammatoria, sono l’equilibrata idratazione e l’attività fisica.